Animale che ha perso il branco. Pesce fuor d’acqua. Infelice l’uomo che sbaglia il suo ambiente. Infelice l’uomo che si esprime solo in sé. Fare ciò che amiamo fare, far essere questa una ricchezza per gli altri è nutrirli. Ricevere ciò che si ama è nutrirsi. Come pesci in mezzo ai cani. I difetti diventano pregi e i pregi difetti. A che pro le pinne in terra ferma? Finché respira e si dibatte cerca di tornare al mare dove lo accoglieranno. Poi, prima dell’ultimo respiro imparerà a rosicchiare ossi e ad abbaiare, nessuno lo capirà ma sarà “vivo”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: