Il sogno è astratto e reale, il sogno realizzato è concreto e reale. Allora perché, tutti dicono, in nome del bene che vogliono a chi prova a realizzare un sogno: “non sei realista”,”non sei pratico”?  Ovviamente chi tenta un’impresa rischia anche di fallire e quindi la paura è implicita nella scelta stessa. Perché ostacolare questa impresa dovrebbe essere bene e non, invece, dire:”se non ce la farai, o ,durante il percorso avrai bisogno sarò qua per sorreggerti” o “non avere paura comunque andrà potrai contare su di me”? È banale ma non vedo altra spiegazione che la mancanza di coraggio e l’amore limitato che non fa andare oltre se stessi. Questo è proprio un dolore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: