A volte mi innamoro più di un dettaglio che dell’insieme, più di un difetto, così soggettivo e unico che dei pregi così generici. Così mi può capitare di guardare con incanto una superficie liquida ed arrivare a pensare al mare, poi trasognante mi alzo e provo ad immergere un piede, ma neppure la punta entra perché era l’acqua di una pozzanghera e era impossibile immergersi.

Epifenomeni

Tempesta, quiete. Schiuma all'onda Cenere alla brace.

Un uomo che non sa sognare è più misero della realtà fattuale in cui vive. La sua vita ricalca quella di un animale in condizioni naturali i cui scopi sono: mangiare, accoppiarsi, riposare.

Calura

  

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: