Acuto e fisso, il dolore per quello che avremmo potuto vivere insieme e non abbiamo. Per le persone che abbiamo amato ma reciprocamente non abbiamo conosciuto. Per la felicità che non abbiamo condiviso. Per le notti insonni in cui non ci siamo amati. Per i dolori in cui non ci siamo sostenuti. Per gli istanti che ora stanno passando e tu sei li ed io qui. Riattualuzzeremo tutto nei nostri incontri, nei nostri racconti? Crederai in noi al punto che: se “la Rivoluzione è amare l’uomo che ancora non esiste” tu amerai la donna che è invisibile e ancora non esiste e mi troverai?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑