Oggetto d’amore.

Ho ingoiato un carbone ardente che ogni volta che respiro fa più male. Ho provato a smettere di respirare. Ho provato a respirare piano. Con l’affanno mi scotto. Assaporo l’amaro di quelle verità che avrei voluto non esistessero, mi riscaldo al calore di quelle che ancora vorrei ci fossero, mi brucio pensando a quelle che non ci sono state ma che avrei voluto.Questo era un imperfetto. Il tempo imperfetto che sta qui, ora, nel presente. Respiro aria inquinata. Respiro aria rarefatta. Respiro aria pura. Respiro adesso. Adesso, respiro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: