Infinito n1

Precisa, perfetta, sempre uguale come la favole che tutte le sere leggiamo ad un bambino. Di cui neppure una parola dobbiamo cambiare, neppure una dobbiamo sbagliare, neppure una dobbiamo dimenticare. “No, non era così!”. Sempre diversa come l’emozione che sentiamo, come la fiducia che rinforziamo, come i significati che ogni volta scopriamo, sempre nuova come questa sera che non è ieri sera ma che la contiene, come noi che siamo cambiati e siamo gli stessi.
Ma se la morale di questa favola me la dici e non la troviamo insieme, allora non mi interessa. La lezione la seguo a scuola! e questa sera è uguale a ieri e all’altro ieri: è passato. Passato ricordato a memoria come una poesia che sai ma non l’hai capita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: