Promemoria personale n7

-Io come tuo padre perché diciamo tu. Quindi ti alzi dal tavolo e te ne vai?Ed io: ” non disprezzo nessuno quanto chi si alza dal tavolo della discussione o se ne va e chiude la porta”. È ovvio che parlavo della viltà e dell’abbandono, che per tuo padre non sarebbe stato mai definitivo perché un padre è per sempre, come il fatto che dichiari sciolta la tua famiglia che però resterà sempre la tua famiglia, io no. Allora che citi a fare sempre Don Chisciotte.

-mi hai telefonato quando stavo male e siccome non mi hai lasciato parlare credendo di sapere già, ho chiuso. Ti ho richiamato tre volte e non hai risposto! Secondo me dovevi richiamare tu! Valgo ben più di una telefonata, qualsiasi sia il valore che ha una telefonata per te. Non lo sai, perché non mi hai fatti parlare ma ti stavo parlando del problema più grande della mia vita. Comunque io stavo male e non era giusto abbandonarmi mettendosi in primo piano.

-il fatto che mi venisse da piangere era dovuto alla frase “sei venuta ad offendermi in casa mia”.

-l’impressione che il fidanzamento durasse da dieci anni e non due era, un po’, una cosa detta a caso tanto per spezzare la tensione, un pò una speranza che dopo dieci anni lui dicesse ancora a lei “la mia mogliettina” come se l’avesse appena incontrata.
-Vuoi venire ore 19?

Si (arrivo alle 19.03)

-Seguimi (e non so dove).

Si

– Posso parlare?

No

-Posso dire quello che penso?

No

– i no sono tuoi i si miei
Le mie caratteristiche secondo te:

Sono una formalista

Sono troppo sottile

Con il mio atteggiamento ….

Non tutto è psicoanalisi …

Cosa conosco io…

Se non lavoro e non guadagno rubo il cibo…

Perché mai devo precisare la salute di … basta solo un bene o male mica devi tu leggere le tac

Tu che c’entri?


Insomma! Se le cose stanno così la domanda è: perché ero li? Perché mi ci hai voluta?
Anche se sento qual’è il significato di quello che fai e dici. Sei tu che ti devi spiegare e io spiegherò per me.
Dovevi abbracciarmi e mi hai lasciata andare. E’ difficile lo so. Ma tu ci vuoi provare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: