Sulla pagina vuota che il candore difende,

Riterrà questo cuore che al mare si protende,

Io partirò! Veliero dall’alta alberatura,

Salpa l’ancora verso un’esotica natura!

Un Tedio, desolato dalle speranze inani,

Crede ancora all’addio supremo delle mani!

E questi alberi forse, amici alle-tempeste,

Sono quelli perduti che il vento adesso investe,

Perduti, senza vele, né verdi isole ormai…

Ma tu, mio cuore, ascolta cantare i marinai!

(S. Mallarmé, Brezza marina)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: