Sono la smorfia della tua parodia.

Se piango non percepisco più il mio dolore sul viso,

le mie lacrime che scendono o la mia tristezza in fondo allo sguardo.

Se rido non ne sento più il suono allegro, lo slancio vitale.

Vedo solo una maschera di morte.

Sul mio viso non più carne, né sudore, né vene, solo ossa.

Aderisce forte in ogni punto

non lascia passare nulla di me.

Mi sono trasformata nella smorfia della tua parodia

quando, dietro le tue mani ti nascondevi

rannicchiato con un ghigno mi imitavi perché piangevo.

Sono l’incarnazione delle tue mortifere parole

quando ad una tua battuta ridevo

ti sentivo commentare: “Sembri Joker”.

Sono come tu mi vedi, ti rifletto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: