Due tipi di arte: una l’arte-arte che dal profondo passa per il cuore e arriva all’intelletto, l’altra  l’arte-rivoluzione culturale che dal profondo va all’intelletto e non necessariamente passa per il cuore. Esse differiscono nell’effetto: la prima trasforma l’individuo, la seconda la società.

Lo stupido ottimista non vede le criticità come l’ottuso pessimista non vede le possibilità. Solo chi si impegna e lavora sodo può trasformare la realtà a prescindere dalla sua natura più luminosa o più cupa.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: