La mia casa aperta

La mia casa aperta. La mia casa è aperta, puoi riposarci, puoi dormirci, puoi rigenerarti, puoi sfamarti. Nella mia casa puoi leggerci, studiarci, cucinarci, lavartici. Nella mia casa puoi. Ma la mia casa è la tua solo se la conosci.

Parlami di me

Parlami di me, disse. Lui raccontò cose vecchie, fatti noti sterili, fatti di dolore, fatti di gioia, raccontò con sottigliezze, particolari, collegamenti, raccontò cose ora nuove. Lei si conobbe meglio.

Leggo  tue parole vecchie e nuove. Ti scrivo. Mi leggi? Ti sfoglio, mi sfogli? Scrivo, scriviamo parole nuove. Mi spoglio, ti spogli? Va via la cravatta. Il viaggio rende preziosa la meta. Ed il viaggio lo volevi lungo. Il biglietto costava cinquanta euro. Abbiamo cambiato una banco-nota in 5000 monete sonanti di rame leggero da un centesimo.... Continue Reading →

Ciò che vedo solo io è follia. La follia è disumana nella sua crudeltà oppure l’uomo è crudele? Se vediamo la stessa cosa mi salvi. Saremo teneramente umani. Diremo le stesse parole e di nuove ne conieremo. Diventeremo sensibilmente umani approssimandoci ad una realtà condivisa.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: