La mia casa aperta

La mia casa aperta. La mia casa è aperta, puoi riposarci, puoi dormirci, puoi rigenerarti, puoi sfamarti. Nella mia casa puoi leggerci, studiarci, cucinarci, lavartici. Nella mia casa puoi. Ma la mia casa è la tua solo se la conosci.

Parlami di me

Parlami di me, disse. Lui raccontò cose vecchie, fatti noti sterili, fatti di dolore, fatti di gioia, raccontò con sottigliezze, particolari, collegamenti, raccontò cose ora nuove. Lei si conobbe meglio.

Il silenzio è parte del dialogo una pausa, un respiro alternato o sincrono colora e scolora ogni tono. Si schiudono le cose dell'altro l'arrivo una partenza l'attesa nuovo arrivo siamo, stiamo aperti nell'incontro. Stridono i suoni... Ci riaccordiamo. Inciampo e mi sostieni. Ti perdi e ti ritrovo. Sbagli? Nostri tuffi in un abbraccio. Tempo ineluttabile,... Continue Reading →

Che bell’errore! "Pensa, certo ma pensa anche ad altro. Le idee migliori vengono per caso. Per questo se sono buone non sono mai del tutto tue.” Umberto Eco L’Espresso n.14, Marzo 1985 Da leggere sul termine SERENDIPITA' , per chi fosse interessato, il pdf di M. Mongai ( di cui il link qui sotto ).... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: