Lavorare in 3/4.

Ho ingoiato un oggetto fatto di negazione.Esso si comporta come un magnete: più intenso è il significato più forte è l'attrazione.  Così però mi ritrovo azzerata. È un oggetto diadico per definizione e non tollera la triangolazione. Pa-pa, pa __, pan, PA___, NI __, CO! Non voglio i 2/2 e neppure i 3/3 perché voglio... Continue Reading →

Una pausa è un silenzio significativo, un sospeso emotivo fra due suoni.

Se la Gestalt avesse usato la musica anziché le immagini figura/sfondo per dimostrare come il tutto è più della somma delle parti, avrebbe però concluso che: i significati (percezione e/o sentimenti) sono universali e non individuali e che non c’è contrapposizione tra parti e tutto ma solo un “salto” di qualità  dal semplice al complesso, dal lineare al dinamico che poi la matematica spegnerà.

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: